Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigando accetti.

Cerca nel sito

Newsletter

Non ricevi le nostre notizie? Controlla nella posta indesiderata


Ricevi HTML?

Pd Carate Brianza su twitter

Pd Carate Brianza su facebook

Il commento del nostro Capogruppo sul primo anno di amministrazione del Centrodestra

Vi proponiamo qui il commento del nostro Capogruppo Francesco Paoletti a questo primo anno di amministrazione della giunta Veggian, pubblicato Martedì 18 sul Giornale di Carate.

"Anche se i voti che contano sono solo quelli dei cittadini, non ci sottraiamo al compito e diamo all’Amministrazione Veggian un 5, media fra diverse situazioni.
In positivo riconosciamo la veloce attivazione del servizio di piattaforma a Verano e le nuove iniziative di animazione a Natale e di questi giorni, apprezzate anche dai giovani.
E’ presto invece per valutare la riorganizzazione definita “dell’efficienza”: al momento essa comporta un aumento nelle spese per il personale (nuove assunzioni) e lo svilimento di alcune professionalità. Abbiamo anche criticato le modalità, con i funzionari sottoposti a ben tre riconferme in un anno, minando la loro autorevolezza che è garanzia di legalità per tutti.
Diverse opere pubbliche sono state attivate con la normativa che consente di usare l’avanzo, cioè le riserve del Comune. I primi progetti sono però risultati carenti, come per il taglio delle piante a Costa Lambro senza previsione di ripiantumazione; decisione poi rivista dopo le proteste nostre e dei cittadini. Non ci siamo trovati d’accordo sull’investimento di quasi 200.000 euro sul Parco di Via Martin Luther King: con quei soldi di Parchi se potevano sistemare almeno tre. Nell’area dei servizi sociali si poteva produrre un bando per l’assegnazione delle case libere. Inoltre, ci risulta che non sono ancora stati inseriti nelle strutture preposte alcuni ragazzi disabili che hanno concluso l’obbligo scolastico da un anno, trascurando i loro bisogni educativi e abbandonando le famiglie nel loro disagio.
Le promesse di ridurre le tasse per ora si traducono in un consistente aumento della TARI per la decisione di assegnare il servizio raccolta e spazzamento strade a Gelsia a costi rincarati e senza una gara: una scelta che toglierà alle tasche dei cittadini e delle imprese quasi 2 milioni in 9 anni e che – è bene chiarirlo – non dipende dai costi degli smaltimenti (che non rientrano in questi servizi) e della piattaforma di Verano. Ma questo non sarà purtroppo l’unico aumento: è già stato deliberato per settembre l’incremento delle rette sui servizi scolastici (nido e scuola dell’infanzia) che graverà sulle famiglie. Alle quali si era invece promesso agevolarle con il quoziente famigliare! 
Infine, l’azione di risanamento del bilancio è stata arrestata: la spesa corrente si è impennata e – senza correzioni – fra due anni si dovrà aumentare l’IRPEF.
Un cinque dunque, e purtroppo con tendenza negativa."

Commenti   

 
0 #1 GIUSEPPE RODELLA 2019-06-19 19:12
:cry:
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna